Opportunità di business online ai tempi del COVID-19

Agenzia web sardegna è una web agency creata da Digital Communication di Francesco Ruiu leader nella creazione siti web, lead generation e SEO on site

Un po’ tutti gli addetti ai lavori e così anche molti utenti/clienti hanno appreso la notizia in questi giorni dell’esplosione di Zoom Meeting, la app di videoconferenze che è passata nell’ultimo anno da 19 a ben 200 milioni di utilizzatori (con un incremento dell’ 88% sul fatturato).

Al di là di tutte le considerazioni sulla sicurezza della piattaforma stessa, già più volte messa in discussione da diverse autorità del campo (a titolo di esempio dai uno sguardo a questo articolo), un plauso va soprattutto all’intraprendenza e al buon marketing dietro la diffusione di questa app (ma noi, onestamente, siamo rimasti più colpiti e rassicurati da un prodotto come uberconference). Questo apre il discorso sui tempi propizi a questo tipo di applicazioni, ma soprattutto ci spinge ad una serie di considerazioni proprio sulle opportunità che un periodo così “catastrofico” sta procurando e che varrebbe la pena di sfruttare pianamente.

Può sembrare strano, ma una prima riflessione va proprio al settore turistico, quello che è e sarà più colpito dalla crisi economica che seguirà alla fine dell’emergenza Covid-19. Proprio in questi giorni l’interessante rivista intitolata “Itinerari e luoghi” di Enrico Caracciolo si apre con un’insolita visione “interiore” del panorama turistico nel Bel Paese. Un buono spunto dal quale partire per il nostro ragionamento.

Non sappiamo bene come e quando le frontiere riapriranno e non sappiamo soprattutto se sarà ancora possibile viaggiare low-cost come un tempo (sic!), però una cosa è più che mai certa, possiamo organizzarci internamente per mettere a disposizione degli Italiani le nostre bellezze naturali e culturali, magari quelle più nascoste e trascurate:  parliamo di tutte quelle mete finora snobbate o trascurate dal turismo di massa.

Prendiamo il luogo dove vivo, la Sardegna. Da sempre una terra conosciuta per il mare, le spiagge, la meta ideale di quelle centinaia di migliaia di turisti che hanno una visione molto superficiale dell’Isola, tanto più se si accompagna ad un soggiorno speso in un grande villaggio turistico.  A tal proposito, il mio mio vecchio professore di sociologia parlava di un appiattimento dell’esperienza vacanziera, identica, se vissuta in un grande resort in Sardegna, a quella di un resort dello stesso tour operator in Kenya ad esempio. Il prodotto Sardegna è ancora oggi monodimensionale e soddisfa pochi e danarosi imprenditori che hanno avuto la fortuna o l’intuizione di esercitare la propria attività turistica vicino alle coste.

Ma forse questo è il momento propizio invece per conoscere meglio il nostro Territorio, evitare le affollatissime spiagge, i carnai e quella ressa che, nostro malgrado, il Corona Virus ci ha insegnato ad evitare durante questi mesi di cattività casalinga. Pensiamo poi ad un aspetto meramente economico e al benefico impatto che questo potrebbe avere in quelle aree che, in questo momento, più di altre, stanno soffrendo e che, sarebbero persino disposte ad offrire un’esperienza a prezzi molto molto concorrenziali seppur garantendosi comunque una più che discreta marginalità. Una condizione win-win che altro non farebbe che giovare all’intero tessuto socio economico di questo Paese all’indomani della fine dell’emergenza.

Perché forse questo è il momento giusto per vivere il nostro Territorio pienamente, di godere anche dei silenzi e della Natura tout court, di cercare un tipo di relax e di vacanza veramente smart.

Ecco, questa sembra l’occasione perfetta per chi, come noi, propone un prodotto e fa del marketing sul web. Un prodotto che è la nostra terra stessa, i suoi spazi e le sue innumerevoli attività che più difficilmente emergono nel roboante macchinario del marketing che punta al soldo facile e al  prodotto da cartolina che-si-vende-da-sè.

E’ una sfida per tutti noi che lavoriamo in questo campo per un futuro non troppo lontano. Noi stiamo già lavorando su questo aspetto con una serie di attvità legate al territorio, se volete saperne di più non dovete fare altro che contattarci qui.